Vol-au-vent ai frutti di mare

    (2)

    I vol au vent piacciono sempre a tutti! Ecco una versione con frutti di mare, capesante, gamberoni e gamberetti, saltati in un roux allo Champagne. Perfetti per Capodanno, Natale e naturalmente San Valentino.


    2 persone hanno provato questa ricetta

    Ingredienti
    Porzioni: 6 

    • 150ml di champagne o spumante
    • 450 g di capesante sgusciate e senza corallo tagliate a pezzettini
    • 6 code di gamberoni
    • 20 g di burro
    • 1 cucchiaino di maizena
    • 1 cucchiaino di farina
    • 2 spicchi d'aglio tritati
    • sale e pepe q.b.
    • 240 g gamberetti già cotti ben scolati
    • 1 cucchiaio di crème fraiche o panna acida (o yogurt greco)
    • 6 vol-au-vent vuoti

    Preparazione
    Preparazione: 20minuti  ›  Cottura: 25minuti  ›  Pronta in:45minuti 

    1. Riscaldare il forno a 180°C.
    2. Versare lo champagne o spumante in una padella capiente e aggiungere le capesante e i gamberoni. Coprire, portare su fuoco basso e cuocere finché i gamberi diverranno di un rosa acceso, segno che sono cotti. Ritirare il pesce tenere da parte il succo di cottura.
    3. Sciogliere il burro in una casseruola; unire la maizena e la farina e mescolare bene. Versare quindi il succo di cottura dei gamberi e mescolare bene; cuocere su fuoco dolce fino a creare una salsa (roux). Unire acqua o altro champagne se fosse troppo denso. Quando la salsa si sarà rappresa aggiungere l'aglio, i gamberetti e le capesante. Unire anche la crème fraiche e far riscaldare per qualche minuto su fuoco dolce. La crema non dovrà bollire!
    4. Sistemare i vol au vent in una leccarda e passarli per 10 minuti al forno. Una volta che sono caldi e croccanti, riempirli con la salsa ai frutti di mare. Sistemare un coda di gamberone su ciascun vol au vent e servire.

    Lette di recente

    Recensioni e stelle assegnate
    Media delle stelle in tutti i Paesi:
    (2)

    Questa ricetta non ha ancora recensioni in italiano ma puoi leggere le recensioni in altre lingue dai nostri siti internazionali.

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta