Struffoli miele e pinoli

    (3)

    Gli struffoli sono tipici del periodo di Natale e Carnevale; si preparano velocemente e sono ottimi per settimane. Nella mia ricetta, oltre al miele, ci aggiungo anche dei pinoli.


    1 persona ha provato questa ricetta

    Ingredienti
    Porzioni: 8 

    • 250g di farina
    • 3 uova
    • 1 pizzico di sale
    • 1/2 litro di olio di semi per friggere o q.b.
    • 300ml di miele
    • 100g di zucchero
    • 3 cucchiai di pinoli
    • 2 cucchiaini di zucchero a velo

    Preparazione
    Preparazione: 15minuti  ›  Cottura: 30minuti  ›  Pronta in:45minuti 

    1. Setacciare la farina in una ciotola capiente. Fare un buco al centro e romperci le uova. Unire il sale e mescolare fino ad avere un composto liscio.
    2. Stendere la pasta su una spianatoia infarinata in uno spessore di 1/2cm. Tagliare delle strisce da 1cm di spessore e quindi ciascuna striscia in pezzettini da 1 cm. Rotolare ciascun pezzettino tra i palmi così da formare delle palline grandi quanto noccioline.
    3. Riscaldare l'olio in una casseruola capiente (dovrà raggiungere i 180°C).
    4. Calare nell'olio circa 3 palline alla volta e friggerle rigirandole spesso finché saranno dorate. Prelevarle con una schiumarola e lasciarle scolare su della carta da cucina. Ripetere l'operazione fino a friggerle tutte.
    5. In una casseruola mescolare miele e zucchero e cuocere per un paio di minuti, mescolando spesso. Aggiungere le palline fritte poche alla volta e ricoprile nel miele per 1 minuto. Trasferirle su un piatto da portata a raffreddare. Spolverare con i pinoli e lo zucchero a velo. Se lo si gradisce, si possono dividere in mini porzioni, in ciotoline.

    Conservazione

    Conservati in un contenitore a chiusura ermetica, gli struffoli rimarranno freschi per diversi giorni.

    Lette di recente

    Recensioni e stelle assegnate
    Media delle stelle in tutti i Paesi:
    (3)

    Questa ricetta non ha ancora recensioni in italiano ma puoi leggere le recensioni in altre lingue dai nostri siti internazionali.

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta