Trippa alla perugina

    Trippa alla perugina

    1persona l'ha salvata
    55minuti


    1 persona ha provato questa ricetta

    La trippa, si sa, va saputa cucinare, perché altrimenti le rimane quell'odorino... Difatti si usano spesso erbe e spezie a coprirlo: a Roma si usa la mentuccia, in Calabria l'origano, in Toscana tanto soffritto pieno di sedano. Da noi, a Perugia, si usa la buccia d'arancia... Quindi, trippa alla perugina!

    silvietta Umbria, Italia

    Ingredienti
    Porzioni: 6 

    • 1kg di trippa pulita e cotta
    • olio extravergine d'oliva q.b.
    • 2 spicchi di aglio tagliato a fettine
    • la buccia grattugiata di 1 arancia
    • 1 cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro sciolto in un bicchiere d'acqua
    • 2 cucchiai di ottima passata di pomodoro
    • sale e pepe q.b.
    • la buccia grattugiata di 1 limone
    • Parmigiano Reggiano™ grattugiato q.b.

    Preparazione
    Preparazione: 15minuti  ›  Cottura: 40minuti  ›  Pronta in:55minuti 

    1. Lavare bene la trippa, anche se è già pronta.
    2. Scolarla e tagliarla a listarelle.
    3. Mettere a soffriggere l'aglio nell'olio in una casseruola pesante e, quando ha preso calore, aggiungere la trippa.
    4. Lasciare insaporire per 5 minuti e poi aggiungere la buccia d'arancia.
    5. Mescolare bene il tutto e aggiungere il bicchiere di concentrato e acqua e la passata. Far riprendere il bollore e abbassare la fiamma. Regolare di sale e pepe ed coprire con un coperchio.
    6. Cuocere per un quarto d'ora a fuoco lento, mescolando di tanto in tanto. Togliere il coperchio e proseguire la cottura finché il liquido di cottura non sarà evaporato.
    7. Una volta spenta la fiamma, aggiungere la buccia grattugiata del limone e mescolare bene.
    8. Servire in piatti cosparsa di parmigiano e finita con un filo di olio.

    Consigli

    Lavate sempre bene la trippa in acqua fredda anche se vi dicono che è pronta da cuocere.

    Lette di recente

    Recensioni (1)

    ViolaBuitoni
    1

    Fantastica! - 05 ott 2012

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta