Risotto di riso integrale con asparagi e Champagne

    Risotto di riso integrale con asparagi e Champagne

    Aggiungi al ricettario
    1ora10minuti


    4 persone hanno provato questa ricetta

    Adoro il riso integrale e sebbene non sia quello ideale per risotti, ho deciso di munirmi di pazienza e preparalo alla maniera del risotto classico. Il risultato mi ha soddisfatto, ma devo ammettere che è stato laborioso. Se preferite accorciare i tempi, potete anche bollirlo nel brodo a metà cottura e finirlo alla maniera di un risotto.

    Ingredienti
    Porzioni: 5 

    • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
    • 3 spicchi di aglio schiacciato
    • 2 scalogni tritati finissimi
    • 300g di riso integrale
    • 1 cucchiaino di sale
    • 1/2 cucchiaino di pepe nero
    • 150ml di Champagne
    • 2 dadi vegetali sciolti in 2 litri d'acqua
    • 1 mazzetto di asparagi verdi
    • 1 mazzetto di prezzemolo tritato

    Preparazione
    Preparazione: 10minuti  ›  Cottura: 1ora  ›  Pronta in:1ora10minuti 

    1. Scaldate l'acqua e scioglieteci i 2 dadi di verdure.
    2. Soffriggete aglio e cipolla nell'olio in una padella capiente su fuoco basso. Aggiungete il riso mescolate bene, in modo che assorba l'olio. Eliminate l'aglio e lasciate tostare il riso.
    3. Versate lo Champagne e lasciate sfumare. Quindi cominciate ad aggiungere il brodo, un mestolo alla volta per 30 minuti circa.
    4. Separare le punte degli asparagi dal resto dei gambi e tenerle da parte. Tagliare i gambi a tocchetti da 2-3cm e aggiungerli al riso dopo i primi 35 minuti di cottura. Proseguire ad aggiungere il brodo, sempre un mestolo alla volta per altri 30 minuti; per ultime aggiungere quindi le punte di asparagi tenute da parte e cuocerle insieme al risotto 5 minuti appena.
    5. Spolverizzare con il prezzemolo tritato e servire, se lo si gradisce, anche con una spolverata di parmigiano grattugiato.

    Pulire e cucinare gli asparagi

    Scopri tutti i segreti per cucinare gli asparagi e i nostri consigli per pulirli e conservarli al meglio nell'articolo della Scuola di Cucina.

    Lette di recente

    Recensioni (0)

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta