Pandoro light

    Pandoro light

    4persone l'hanno salvata
    9ore


    1 persona ha provato questa ricetta

    Una ricetta meravigliosa del pandoro, il famoso dolce di Natale. Il risultato è magnifico perché comprende gli ingredienti preferiti dagli appassionati di fitness: proteine in polvere e farina d’avena (sì, anche se non è una farina di forza può lievitare bene per il pandoro perfetto che ci aspettiamo). Occorrono 8 ore di lievitazione, che non sono neanche molte rispetto ad altre versioni della ricetta. Inoltre, ne vale la pena!

    rossellapruneti Liguria, Italia

    Ingredienti
    Porzioni: 10 

    • Per il prefermento
    • 60g di acqua tiepida
    • 1 cucchiaio di lievito secco attivo
    • 1 cucchiaio di miele
    • 1 tuorlo
    • 50g di farina di fiocco d'avena
    • Per i trre giri di lievitazione
    • 8 tuorli
    • 1 uovo intero
    • 60g di zucchero oppure quantità equivalente in dolcezza del proprio dolcificante ipocalorico preferito
    • 40g di burro light
    • 120g di acqua
    • la scorza grattugiata di 1/2 limone
    • 50g di proteine in polvere del tipo preferito (esempio isolate del pisello, latte o soia da omettere se non gradite)
    • spray antiaderente per cucinare q.b.
    • proteine in polvere (oppure zucchero a velo) q.b. per spolverare il pandoro

    Preparazione
    Preparazione: 30minuti  ›  Cottura: 30minuti  ›  Tempo aggiuntivo:8ore lievitazione  ›  Pronta in:9ore 

    1. Combinare gli ingredienti del prefermento, coprire con un tovagliolo (meglio se bagnato e strizzato).
    2. Lasciare lievitare lontano da correnti d’aria fredda per 2 ore.
    3. In un altro contenitore sbattere 4 dei tuorli, lo zucchero o il dolcificante scelto, il burro e 120ml d’acqua.
    4. Aggiungere 150g di farina d’avena e il prefermento. Mescolare bene. Impastare per 5-10 minuti con un mixer elettrico (accessorio gancio). L’impasto è abbastanza liquido e appiccicoso.
    5. Coprire con pellicola di plastica o un foglio di stagnola e/o avvolgere in un tovagliolo. Lasciare lievitare lontano da correnti d’aria fredda per 2 ore (primo giro di lievitazione da 2 ore).
    6. Dopo 2 ore (non di meno ma possono essere di più, non è indispensabile essere così precisi), aggiungere i rimanenti 50g di farina d’avena, gli ultimi 3 tuorli, l’uovo intero, 120ml di acqua, 50g di proteine in polvere e la scorza grattugiata di limone. Mescolare con un cucchiaio di legno.
    7. Coprire ancora con pellicola di plastica o un foglio di stagnola e/o avvolgere in un tovagliolo. Lasciare lievitare lontano da correnti d’aria fredda per 2 ore (secondo giro di lievitazione da 2 ore).
    8. Dopo il secondo giro di lievitazione da 2 ore, prendere uno stampo da pandoro che sia antiaderente o spruzzarlo con spray antiaderente da cucina. Versare l’impasto riempiendolo non oltre la metà (nel caso, usare più stampi o cuocere un secondo pandoro successivamente lasciando da parte, coperto, l’impasto rimanente). Coprire con un tovagliolo e lasciare lievitare ancora per 1-2 ore al riparo da correnti d’aria fredda (terzo e ultimo giro di lievitazione da 1 o 2 ore). A questo punto l’impasto si alzerà molto e rapidamente.
    9. Infornare a 180°C per circa 20-30 minuti (controllare la cottura).
    10. Lasciare raffreddare e togliere dallo stampo.
    11. Spolverare con proteine in polvere a piacere (oppure zucchero a velo). Servire.

    Consigli

    Se non avete lo stampo da pandoro, potete farlo piegando e modellando uno stampo rotondo grande di alluminio usa e getta.

    Leggi questa ricetta sul mio blog

    Ricette light per lo stile di vita fitness

    Lette di recente

    Recensioni (0)

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta