Ravioli al plin

    2 ore 45 minuti

    I ravioli o agnolotti del plin sono una specialità del Piemonte, una pasta fresca ripiena di carne e verdure. Si chiamano così dalla tecnica utilizzata per realizzarli, un pizzicotto, "plin" in piemontese, utile a sigillare i due lembi di pasta.

    ItalianaVera

    Lazio, Italia
    1 persona ha provato questa ricetta

    Ingredienti
    Porzioni: 4 

    • Per la sfoglia
    • 2 uova grandi
    • 200g di farina 00
    • 1 cucchiaio di latte
    • 1/2 cucchiaino di sale
    • Per il ripieno
    • 2 spicchi d'aglio schiacciati
    • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
    • 200g di polpa di vitello a tocchetti
    • 200g di lonza di maiale a tocchetti
    • 1 cucchiaino di rosmarino tritato
    • 1/2 bicchiere di vino bianco
    • 50g di scarola
    • 2 tuorli
    • 2 cucchiai di parmgiano grattugiato
    • sale e pepe q.b.
    • Per il condimento
    • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
    • 50g di burro
    • 8 foglie di salvia
    • 4 cucchiai di parmigiano grattugiato

    Preparazione
    Preparazione: 1ora  ›  Cottura: 45minuti  ›  Tempo aggiuntivo:1ora riposo  ›  Pronta in:2ore45minuti 

      Preparare il ripieno

    1. In una pentola larga abbastanza da contenere tutta la carne, imbiondire l'aglio nell'olio, e quindi aggiungere la carne. Rosolarla nell'olio da tutti i lati, salare, pepare e aggiungere il rosmarino. Quindi, versare il vino, alzare la fiamma e sfumare. Proseguire la cottura per 40 minuti circa, o fino a quando, punzecchiandola con una forchetta, la carne sarà cotta. Se il composto dovesse asciugarsi, aggiungere qualche cucchiaio di acqua o brodo caldi. Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.
    2. Nel frattempo, appassire la scarola in una padella con un filo d'olio, cuocendola per 7-8 minuti circa.
    3. Eliminare l'aglio e unire la scarola e la carne nella tazza di un mixer. Frullare il tutto fino a creare una pasta densa. Riportare nella ciotola e unire i 2 tuorli e il parmigiano. Aggiustare di sale e pepe.
    4. Preparare i ravioli

    5. Disporre la farina a fontana su una spianatoia. Fare un buco al centro e versarci le uova, il sale e il latte. Con la forchetta sbattere delicatamente le uova e quindi inglobarle alla farina prendendola dai lati della fontana. Quando l'uovo sarà stato tutto assorbito, procedere a lavorare la pasta con le mani creando un panetto compatto. Continuare a impastare per almeno 8-10 minuti, fino a creare una massa liscia e morbida.
    6. Avvolgere il panetto in della pellicola da cucina e lasciarlo riposare per 1 ora in un luogo fresco e asciutto (ma non nel frigo).
    7. Quindi, dividere la massa in 6 pezzi e prelevare un pezzo alla volta, avendo cura di coprire con la pellicola da cucina quella che non si usa. Stendere una sfoglia sottile con la macchina per la pasta o a mano e ricavare un rettangolo da 10cm di lunghezza e 5 di larghezza circa.
    8. Distribuire una pallina di ripieno a 1/2cm dal bordo del lato lungo e proseguire ponendo un'altra pallina a 1cm di distanza circa, fino al bordo opposto (4 palline circa). Quindi richiudere la pasta su se stessa fino a creare un lungo tubo. Con una rotella tagliare il bordo dove combaciano i due lembi di pasta in modo da sigillarlo; con pollice ed indice invece "pizzicare" lo spazio lasciato tra ciascuna pallina di ripieno in modo da unire i due lembi di pasta. Quindi passare la rotellina nel punto un cui si è pizzicata la pasta e tagliare i ravioli. Procedere allo stesso modo con tutti gli altri panetti di pasta. Man mano che i ravioli sono pronti, disporli su un canovaccio asciutto, ben distanziati tra di loro.
    9. Cuocere, condire e servire

    10. Lessare i ravioli in abbondante acqua salata a cui si sarà aggiunto 1 cucchiaio di olio.
    11. Mentre l'acqua bolle, sciogliere il burro in una pentola su fuoco medio. Quando comincia a schiumare e prima che cominci a scurirsi, aggiungere le foglie di salvia. Cuocere per 1 minuto circa, mescolando così da fare in modo che la salvia insaporisca il burro, e spegnere la fiamma.
    12. Scolare i ravioli non appena saliranno a galla e condirli con la salsa al burro e salvia. Spolverare con il parmigiano e servire.

    Varianti

    Invece che la scarola, si possono utlizzare gli spinaci per il ripieno, o anche il cavolo verza. In quest'ultimo caso, tuttavia, la verdura avrà un tempo di cottura più lungo, quindi sarà necessario regolarsi di conseguenza.

    Lette di recente

    Recensioni e stelle assegnate
    Media delle stelle in tutti i Paesi:
    (0)

    Recensioni in Italiano: (0)

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta