Tartufi alla lavanda e pistacchi

    Tartufi alla lavanda e pistacchi

    3persone l'hanno salvata
    2ore20minuti


    1 persona ha provato questa ricetta

    Dei tartufi al cioccolato bianco, aromatizzati con germogli di lavanda e avvolti in briciole di pistacchi. Irresistibili e immancabili nel vostro assortimento di cioccolatini da regalare per le feste!

    Piemonte, Italia

    Ingredienti
    Quantità: 36 tartufi

    • 90ml di panna fresca (più 1 o 2 cucchiai se necessario)
    • 1 cucchiaino abbondante di lavanda angustifolia
    • 225g di cioccolato bianco
    • 100g di pistacchi in granella

    Preparazione
    Preparazione: 40minuti  ›  Cottura: 10minuti  ›  Tempo aggiuntivo:1ora30minuti altro  ›  Pronta in:2ore20minuti 

    1. In un pentolino su fuoco medio-alto portate a bollore la panna. Toglietela subito dal fuoco, versatevi la lavanda, coprite e lasciate in infusione per 30 minuti.
    2. Scolate la panna e misuratela. Se necessario aggiungetene 1 o 2 cucchiai, fino ad arrivare a 180ml.
    3. Spezzettate il cioccolato in scaglie piccole circa 1cm, usando un coltello o un tritatutto elettrico. Trasferite il cioccolato in una ciotola capiente.
    4. Riportate la panna a bollore e versatela immediatamente sul cioccolato spezzettato. Lasciate riposare 1 minuto e poi mescolate con la frusta fino a ottenere una ganache liscia e setosa.
    5. Coprite la ganache con un foglio di pellicola trasparente e lasciate solidificare per circa 1 ora in frigorifero o 2 ore a temperatura ambiente.
    6. Formate delle palline con un dosatore da 2cm o formate delle piccole quenelles usando 2 cucchiaini. Rotolate brevemente la ganache tra le mani per formare dei tartufi.
    7. Rotolate i tartufi nella granella di pistacchi.
    8. Si conservano in un contenitore ermetico in frigorifero per 2 settimane. Portate a temperatura ambiente prima di servire.

    Quale lavanda usare

    Esistono diverse specie di lavanda. In cucina si consiglia di usare la varietà angustifolia, per il suo sapore dolce e delicato e per il basso contenuto di olio canforato, dal gusto leggermente amaro.

    Dieci consigli per cucinare senza glutine

    Come sostituire la farina di frumento con quella senza glutine? Come aggiungere volume e consistenza e controllare umidità e morbidezza nei preparati da forno senza glutine? Se seguite una dieta senza glutine non perdetevi il nostro articolo con tutti i consigli su come cucinare senza glutine.

    Lette di recente

    Recensioni (0)

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta