Peperoni tritati sott'olio

    Peperoni tritati sott'olio

    2persone l'hanno salvata
    1giorno30minuti


    Facci sapere se hai provato questa ricetta!

    Preparo questi peperoni a fine estate e dopo tre mesi di riposo in un luogo buio ed asciutto, sono pronti per essere gustati. Di solito uso aceto di mele, ma la scelta dipende dai gusti. Anche la quantità d'olio dipende dalle dimensioni dei vasetti. Io, personalmente preferisco vasetti piccoli.

    Ingredienti
    Quantità: 6 vasetti

    • 1kg di peperoni rossi e gialli
    • aceto q.b.
    • 6 spicchi d'aglio
    • peperoncino q.b.
    • basilico a.b.
    • olio extravergine d'oliva q.b.

    Preparazione
    Preparazione: 30minuti  ›  Tempo aggiuntivo:1giorno marinatura  ›  Pronta in:1giorno30minuti 

    1. Tagliare i peperoni a listarelle, sistemarli in una terrina e coprirli d'aceto. Metterci sopra un peso e lasciar riposare un giorno.
    2. L'indomani, strizzarli bene e asciugarli bene con un canovaccio pulito. Tritare le listarelle e lasciar riposare in un altro canovaccio pulito, pressando con le mani in modo che asciughino davvero bene.
    3. Nel frattempo, sterilizzare i vasetti. Passarli in forno, vuoti e senza coperchio, puliti e asciutti a 100°C per 15 minuti. Sbollentare i coperchi dei vasetti un attimo in acqua bollente e poi lasciarli asciugare su un canovaccio pulito.
    4. Trasferire i peperoni in una ciotola e aggiungere l'aglio a spicchi, il peperoncino intero o a pezzetti, strizzare quindi il tutto e sciacquare in aceto strizzando bene subito dopo.
    5. Riempire i vasetti in modo che ci sia uno spicchio d'aglio e un peperoncino per ogni vasetto. Coprire con olio. Aspettare qualche minuto in modo che si assesti il tutto e se necessario, aggiungere altro olio.
    6. Tre mesi minimo prima di aprire ma ogni tanto controllare se i vasetti abbiano bisogno d'altro olio.

    Sterilizzare i vasetti

    Per un sottovuoto sicuro è bene utilizzare dei vasetti perfettamente sterilizzati. In questo articolo e video vi spieghiamo come fare.

    Lette di recente

    Recensioni (0)

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta