Calzone di Andria

    Calzone di Andria

    7persone l'hanno salvata
    2ore55minuti


    6 persone hanno provato questa ricetta

    Un piatto tipico della cucina andriese che propone un insolito connubio tra le cipolle, le acciughe e l'uva passa.

    tea Washington, Stati Uniti d'America

    Ingredienti
    Porzioni: 4 

    • Per il ripieno
    • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
    • 1kg di cipolle fresche
    • 100g di olive nere snocciolate
    • 100g di acciughe fresche diliscate
    • 50g di uva passa
    • Per il calzone
    • 1/2kg farina 00
    • 1 cucchiaio disale
    • 1/2 panetto di lievito di birra
    • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
    • 1 bicchiere di vino bianco
    • 1/2 mela tagliata a cubetti

    Preparazione
    Preparazione: 45minuti  ›  Cottura: 40minuti  ›  Tempo aggiuntivo:1ora30minuti lievitazione  ›  Pronta in:2ore55minuti 

    1. Preparate il ripieno del calzone. Ungete una padella antiaderente con l'olio e soffriggete le cipolle. Aggiungete poi le olive nere, le acciughe e l'uva passa che avrete precedentemente ammorbito in acqua.
    2. Preparate l'impasto per il calzone. Unite la farina, il sale, il lievito di birra, l'olio e il vino bianco in una terrina. Mescolate il tutto energicamente e successivamente lavorate la pasta con le mani fino a che risulta della giusta consistenza. Se fosse troppo dura, aggiungete un pò di latte, se troppo morbida, un cucchiaio di farina.
    3. In una teglia appena unta con dell'olio stendete metà della pasta per il calzone e distribuite uniformente il ripieno. Aggiungete i pezzettini di mela che serviranno a contenere l'acidità della cipolla cotta. Coprite con il resto della pasta, sigillate l'orlo spingendo bene con le dita e lasciate lievitare per un'ora e mezza.
    4. Infornate per 40 minuti circa nel forno scaldato a 190˚C. Servite il calzone caldo o anche a temperatura ambiente.

    Lette di recente

    Recensioni (2)

    EnzaSinisi
    4

    identico a quello che faceva la mia mamma <3 - 17 mar 2014

    3

    Questa è la versione classicissima ad eccezione del fatto che le cipolle dovrebbero essere gli "sponsali", cioè le cipolle ancora molto giovani, lunghe non rotonde. Ma vanno benissimo anche cipolle, cipollotti e porri. E se non avete tempo per la lievitazione anche la pasta briseé impastata con vino bianco. Provatelo, il calzone di Andria é veramente indimenticabile - 25 mar 2014

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta