Pappardelle ai funghi porcini e pecorino toscano

    Pappardelle ai funghi porcini e pecorino toscano

    4persone l'hanno salvata
    1ora15minuti


    1 persona ha provato questa ricetta

    Un autunnale primo piatto, tradizionale della pittoresca regione Toscana. Ideale da gustare durante la vendemmia o la raccolta delle olive.

    Giuliana Washington, Stati Uniti d'America

    Ingredienti
    Porzioni: 4 

    • Per le pappardelle
    • 300 g di farina tipo 00
    • 100g di farina di grano saraceno
    • 4 uova
    • sale q.b.
    • Per il sugo
    • 500g di porcini freschi
    • olio extravergine d'oliva q.b.
    • 2 spicchi d’aglio privati dell’anima
    • sale e pepe q.b.
    • ½ bicchiere di vino bianco
    • 1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato
    • 3 cucchiai di pecorino toscano grattugiato

    Preparazione
    Preparazione: 30minuti  ›  Cottura: 15minuti  ›  Tempo aggiuntivo:30minuti riposo  ›  Pronta in:1ora15minuti 

      Per le pappardelle:

    1. Mescolate le farine su una spianatoia o tavolo da lavoro. Fatene una montagnola tipo vulcano e rompete le uova nel cratere del vulcano. Aggiungete un pizzico di sale e lavorate l’impasto. Fatene una palla liscia, coprite e lasciate riposare 30 minuti.
    2. Infarinate il piano di lavoro e tirate una sfoglia sottile. Lasciate riposare qualche minuto poi arrotolate la sfoglia e tagliatela a strisce di circa 1,5cm. Allargare le pappardelle su panno da cucina steso e infarinato e lasciatele asciugare.
    3. Per il sugo:

    4. Nel frattempo, affettate i funghi in lungo e metteteli in una padella con l’olio, aglio, sale e pepe. Coprite e lasciate cuocere per 5 o 6 minuti. Aggiungete il vino bianco e lasciate cuocere a fiamma viva finché questo non sia sfumato ma abbia lasciato un delizioso e aromatico sughetto sul fondo della padella.
    5. In una pentola con acqua salata bollente, cuocete le pappardelle al dente. Scolatele e unitele alla padella con i porcini. Saltatele affinché assorbano il sughetto di cottura dei porcini prendendone il sapore. Servite dopo aver decorato con il prezzemolo tritato e il pecorino.

    Lette di recente

    Recensioni (0)

    Scrivi una recensione

    Clicca sulle stelline per votare questa ricetta