ENTRA NELLA NOSTRA COMMUNITY!

Condividi le tue ricette, salva quelle che ti piacciono di più, scrivi commenti e recensioni. Che aspetti a registrarti? È facile e gratuito!

Leggi anche


Come pulire, conservare e cucinare gli asparagi

Articolo di: Allrecipes staff   
Scopri tutti i segreti per cucinare gli asparagi e i nostri consigli per pulirli e conservarli al meglio.

Tipologie e varietà di asparagi
Come pulire, conservare e cucinare gli asparagi foto della preparazione 2
Pregiatissimi ortaggi primaverili, gli asparagi sono ottimi in risotti, pasta, torte salate o da soli come contorni. Si trovano in commercio solo nel periodo che va da marzo a giugno e nel nostro Paese sono coltivati soprattutto nel Nord, dalla Liguria al Friuli, ma anche in Lazio, Toscana e Campania.

Esistono in natura molte varietà di asparagi, ma le più comuni in commercio sono:

- asparagi verdi: i più comuni, germogliano alla luce del sole e possono essere più spessi o più sottili, a seconda della qualità; hanno un sapore dolciastro;
- asparagi bianchi: pregiati e non così comuni, germogliano completamente sotto terra e mantengono così un colore chiaro; hanno un sapore più delicato rispetto a quelli verdi;
- asparagi violetti: sono in realtà degli asparagi bianchi che riescono a fuoriuscire dal terreno e dunque si colorano di lilla per effetto della luce; hanno un sapore fruttato;
- asparagi selvatici: crescono spontaneamente nei boschi; di solito sono sottilissimi e dal sapore più marcato.

Le tecniche di conservazione, pulizia e cottura che illustreremo qui di seguito, sono adatte a tutte le tipologie di asparagi. Per gli asparagi selvatici fini, non sarà necessario pelarli, visto che sono già estremamente sottili e delicati.
Scegliere e conservare gli asparagi fino al momento dell'utilizzo
Come pulire, conservare e cucinare gli asparagi foto della preparazione 4
Al momento dell'acquisto, gli asparagi devono presentare un bel colore brillante, essere ben fermi al tatto e con delle punte non sciupate e ben chiuse. Non appena sono raccolti, gli asparagi cominciano a perdere la loro dolcezza e a divenire amari. Per questo motivo, sarebbe l'ideale acquistare asparagi locali e non di importazione (meglio se a Km 0) e consumarli prima possibile.

Fino al momento dell'utilizzo, è bene conservarli in frigo, immersi in acqua come se fossero un bouquet di fiori: tagliare con un coltellino affilato la parte finale più dura e adagiarli in un bicchiere alto con dell'acqua fresca. Per fare in modo che le punte rimangano morbide, avvolgerle in una piccola busta di plastica cosicché non siano esposte all'aria che le seccherebbe.
Pulire gli asparagi
Nella pulizia, come nella cottura degli asparagi, è necessario fare attenzione alle punte che sono molto fragili e delicate. Per pulirli, immergeteli nell'acqua fredda, o in uno scolapasta sotto l'acqua corrente, facendo sempre attenzione a che l'acqua non danneggi le punte. Adagiateli su un panno e asciugateli bene.
Come pulire, conservare e cucinare gli asparagi foto della preparazione 7
Adagiandoli in orizzontale su un tagliere, tagliate la parte finale biancastra, più dura e legnosa, di ciascun gambo. Per gli asparagi verdi più grossi, potrebbe trattarsi di 2-3cm, per quelli più sottili 1cm potrebbe bastare.
Come pulire, conservare e cucinare gli asparagi foto della preparazione 8
Con un pelaverdure, procedete a pelare gli asparagi, partendo dal fondo fino alla punta ed eliminando dunque la parte esterna più dura. Questa operazione non sarà necessaria per gli asparagi verdi più fini e per quelli selvatici che sono anch'essi di solito molto sottili.
Cuocere gli asparagi
Come pulire, conservare e cucinare gli asparagi foto della preparazione 10
Gli asparagi sono ottimi cotti al vapore, saltati in padella, grigliati o arrostiti in forno. Ad eccezione degli asparagi verdi fini e di quelli selvatici, sarà però necessario prima lessarli in acqua salata o altrimenti rimarranno troppo duri. Le punte, tuttavia, dovranno sempre cuocere per un tempo nettamente inferiore rispetto ai fusti (non oltre 2 minuti) o addirittura rimanere fuori dall'acqua. Ci sono due modi per lessare gli asparagi:

- se la ricetta richiede degli asparagi tutti interi: pareggiateli in lunghezza e legateli a mazzetto con dello spago da cucina; scegliete una pentola stretta e larga e riempitela fino al bordo, portatela a bollore e immergete gli asparagi assicurandovi che l'acqua non tocchi le punte e che dunque queste si cuociano solo per effetto del vapore;

- se la ricetta richiede degli asparagi a tocchetti: separate le punte e tenetele da parte; tagliate il resto dei gambi a tocchetti di 2-3cm e lessateli in abbondante acqua; aggiungete le punte solo negli ultimi 2 minuti di cottura.
Tempo di cottura
Il tempo di cottura degli asparagi dipenderà dallo spessore del fusto: potrebbe oscillare dai 5 ai 13 minuti. Gli asparagi saranno cotti quando si potranno infilzare con i rebbi di una forchetta: dovranno risultare teneri ma ancora compatti. Se avete in programma una ricetta che richiede una ulteriore cottura in forno o in padella, scolateli molto al dente.
Al momento di scolarli, fate sempre attenzione a che le punte non si danneggino! Passateli velocemente sotto l'acqua in modo da fermare la cottura e conservare il colore brillante.
Gli asparagi sono pronti per essere utilizzati in pasta, risotti, torte salate o vellutate. Visitate la nostra raccolta di ricette dedicate agli asparagi per trovare tante idee per servirli!
Articolo scritto da:
Allrecipes

  Le mie recensioni e commenti

Dicci quello che pensi. Aggiungi un commento o una recensione.Clicca sugli emoticons per aggiungerli.

Qual è la tua valutazione complessiva?

Non mi è piaciuto Eccellente
Facile o difficile da realizzare?

La mia navigazione

Lette di recente


Ultime ricerche